La quota comprende: viaggio in bus GT, guida, visita alla Villa Reale ed al villaggio Crespi, ingresso a chiese e musei, pranzo libero come da programma, assicurazione infortuni.

La quota non comprende: mance (optional), extra personali, tutto quello che non è compreso nella voce “La quota comprende”.

Per qualsiasi informazione chiamare in ore ufficio 3478896329 Andrea o mandare una mail a info@mipiacetravel.it

Monza la città dei Rè

Questo tour decisamente articolato e lungo inizia con la visita alla famosa villa Reale di Monza.
L’edificio ed l’annesso parco furono costruiti su ordine degli Asburgo per dimora del neo governatore Ferdinando d’Asburgo. 

Quando il Lombardo-Veneto venne annesso al regno di Piemonte e Sardegna, la storia della villa iniziò ad intrecciarsi con quella dei Savoia diventando la loro dimora per le vacanze.
Nel 1934 il re Sua Maestà Vittorio Emanuele III ne fece dono al comune che causa le grandi dimensioni della struttura ed l’imminente conflitto mondiale ne causò il semi abbandono.

Oggi la Villa Reale è di proprietà congiunta del Comune di Monza, della Regione Lombardia e del Demanio dello Stato; i quali ne hanno curato il restauro e la riapertura al pubblico nonché la gestione.

Il pomeriggio ci porterà alla scoperta di un ulteriore gioiello di questa fetta di Brianza inaspettata, il Villaggio Crespi; situato sulla sponda dx del fiume ADDA venne costruito nel 19° secolo dalla famiglia Crespi è ad oggi uno dei rarissimi casi di insediamento operaio industriale ottocentesco ancora esistenti in Europa meridionale.

Loro intenzione era quella di creare, su modello anglosassone un borgo che potesse ospitasse gli operai della fabbrica e le loro famiglie; per il suo valore storico dal 1995 è patrimonio UNESCO.

ATTENZIONE presentarsi al punto di partenza almeno 10/15 min prima dell’orario indicato, animali a bordo non ammessi (ad eccenzion fatta per quelli adibiti all’accompagnamento invalidi).

Previo accordo è possibile scegliere un altro punto di carico/scarico, i tempi di percorrenza sono da valutarsi in relazione al punto di partenza ed alle condizioni del traffico.