Trekking dei fossili di Castell’Arquato

Semplice e facile questo trekking dei fossili di Castell’Arquato è adatto a tutti, famiglie con bimbi, anziani ed anche persone con limitatà mobilità (in questo caso si consiglia SEMPRE di contattare la guida prima di iscriversi e/o prenotare). 

Seguendo il sentiero che dal ponte scende in direzione di Piacenza  percorreremo in pochi chilometri la storia della nostra pianura degli ultimi 5 milioni di anni.

Il percorso si sviluppa all’ interno dell’area n° 6 del parco del Piacenziano, istituito nel ’95 per preservare le tante aree della zona ricche di emergenze fossili.

 Lungo il sentiero si intravedono tra le piante le vecchie difese spondali costituite da gabbie di metallo riempite di sassi che fino a poche decine di anni fa delimitavano il corso del torrente quando scorreva a questa quota.

 La vegetazione attraverso cui ci sposteremo è tipicamente della zona di riva, quale salici e pioppi, a cui si aggiungono la ginestra, la roverella, e specie alloctone quali Robinia pseudoacacia e Ailanthus altissima, originaria dell’Asia centrale.

Dopo circa 3 chilometri, alla fine del sentiero se possibile, ci sposteremo sul greto dell’Arda per alcune osservazioni di carattere tecnico e geologico. 

Questa ultima tappa sul sentiero rimane ad INSINDACABILE giudizio della guida che la valuterà al momento in relazione alle condizioni di sicurezza legate alla situazione del livello dell’Arda.

Sosteremo circa una decina di minuti e poi ci sposteremo nella zona alta del paese per andare a visitare il museo Geologico G.Cortesi; la cui visità guidata durerà circa 50 minuti.

Attualmente il museo si trova nella sede nel cinquecentesco edificio dell’Ospedale Santo Spirito. Il palazzo è importante non solo sotto il profilo architettonico ed urbanistico perché ci tramanda l’unico esempio di via coperta rimasto a Castell’Arquato.

Il reperto più importante del museo è lo scheletro del M.te Falcone e una raccolta di molluschi fossili che risulta essere una delle più complete di tutto l’Appennino settentrionale.

A questo nucleo originario si andarono ad aggiungere nel corso degli anni, numerosi reperti fatti affluire al museo da appassionati e collezionisti emiliani e lombardi.

Quì potremo vedere i più importanti reperti trovati nel corso degli ultimi secoli nella zona del piacentino e non solo.

Precedente
Successivo
Equipaggiamento

Equipaggiamento obbligatorio: SCARPONI O SCARPE DA TREKKING, acqua (almeno 1,5 lt a persona), cappellino di lana ,occhiali da sole, abbigliamento da trekking adatto ad escursione, giacca a vento.

Grado di difficoltà SEMPLICE – itinerario TIPO T

Itinerari su stradine, mulattiere o comodi sentieri, segnalati con continuità al piano di calpestio, preferibilmente riportati anche in topografia, che presentano dislivelli e sviluppi modesti (max 3-400 metri di dislivello in salita su 7-9 chilometri), in zone relativamente antropizzate, dove l’attraversamento di corsi d’acqua avviene su ponticelli dotati di mancorrente, dove agevole risulta approvvigionarsi di cibo o d’acqua potabile, trovare rapidamente riparo in caso di intemperie, chiamare aiuto in caso di infortunio. 

È percorribile anche da famiglie con bambini o anziani e, in generale, da persone in buona salute che svolgano senza difficoltà una normale attività fisica, che conoscano l’ambiente di svolgimento, il suo clima ed i potenziali pericoli legati alla fauna ed alla flora in misura sufficiente da approntare abbigliamento, calzature e comportamenti adeguati e che posseggano una minima capacità di orientamento intuitivo. 

Durante le giornate di pioggia o subito dopo, si sconsiglia di prestare la max attenzione perchè alcune zone risultano essere particolarmente fangose e scivolose.

Segnalazioni particolari

Prenotazione al numero 33478896329, o tramite il modulo presente in questa pagina, o scrivendo  a info@mipiacetravel.it entro le ore 11.30 del giorno 13/04/20.
L’escursione verrà confermata tramite email o cell. rilasciati al momento della iscrizione al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. 

I partecipanti si impegnano a seguire le direttive della guida, a segnalare ogni esigenza particolare quali allergie, condizioni di salute e problemi di qualsivoglia natura.

I minori di anni 18 devono essere accompagnati da persona maggiorenne, garante e responsabile.

Le guide si riservano, prima della partenza, di escludere chi non ritenessero idoneo per condizioni fisiche o equipaggiamento. In caso di motivata esclusione non sono previsti rimborsi di nessun tipo, se non l’eventuale quota di partecipazione versata a titolo di anticipo.

Si chiede di avvertire il prima possibile in caso di rinuncia all’ escursione. I partecipanti sono tenuti a seguire le direttive degli accompagnatori, a non abbandonare il sentiero e il gruppo senza autorizzazione.

Per qualsiasi domanda, dubbi riguardo questa uscita, puoi chiamare direttamente la guida al n° +39 3478896329 o scrivere alla mail: ilgeoturista@gmail.com.

Posti disponibili

L’escursione si effettuerà il 13/04/20

Nel caso non si raggiunga il minimo di 6 partecipanti, l’escursione verrà annullata. Sarete avvisati tramite SMS o EMAIL con avviso tempestivo max. 24 h prima della partenza.

Punto di ritrovo

Castell’Arquato, alle ore 11.30, c/o il posteggio di via Remondini ang via Roma fronte bar Stazione.

Quota di partecipazione

Quota partecipazione: 20 euro adulti, 15 euro ragazzi fino a 18 anni (accompagnati da un adulto) . Il costo comprende l’ingresso al museo Geologico Cortesi e la visita guidata al museo.

La quota NON COMPRENDE il viaggio da e per il punto di partenza, il pranzo, eventuale assicurazione del partecipante e tutto quanto non espressamente indicato. Ad insidacabile giudizio della guida, l’itinerario potrà variare in relazione alle condizioni meteorologiche e ambientali, oltre che per qualsiasi ragione legata alla sicurezza dei partecipanti.

Prenotazione obbligatoria

Prenotazione obbligatoria entro le ore  11.30 del giorno 12/04/20.

Prima di iscriversi siete invitati a leggere il Regolamento delle nostre escursioni

I tuoi dati ci stanno a cuore, non ne abuseremo e non li daremo a nessuno, verranno usati solo per l’organizzazione delle nostre attività.
Leggi la nostra informativa in merito a  Cookie & Privacy .

Conduzione effettuata da

Guida Ambientale Escursionistica Regione Emilia-Romagna.GUIDA ASSICURATA, come disposizioni di Legge Regionale Emilia R.- N.4 del 1/2/2000 e succ. modifiche, associata AIGAE Coordinamento Emilia-Romagna

Durata: 5,5 h circa

Distanza: 4.0 km

Dislivello totale: mt. 50